La persona al centro, ora più che mai

La teoria secondo la quale la digitalizzazione prima o poi renderà superflua la presenza umana si sta rivelando più che mai infondata. Le transazioni commerciali, che comprendono anche i trattamenti odontoiatrici, continuano a svolgersi come sempre tra persone. E in tutto questo il ruolo del servizio resta fondamentale.

La digitalizzazione è un bene o un male? A seconda del punto di vista il passaggio dal mondo analogico a quello digitale può essere considerato positivo o negativo. Ma continuare a chiederselo non serve a molto dal momento che la trasformazione ormai è in atto e non si può arrestare. Tutto dipende quindi dall’approccio delle persone coinvolte e gli interrogativi realmente costruttivi sono piuttosto: quali conseguenze può e dovrebbe avere la digitalizzazione nel settore dell’odontoiatria? Come può contribuire al successo dello studio dentistico? Quale ruolo dovrebbe svolgere nella relazione tra studio dentistico e pazienti?

Argomentazione n° 1: la digitalizzazione ha senso solo se comporta vantaggi diretti o indiretti per il paziente.

La digitalizzazione e il collegamento in rete di attori e processi comporta di fatto una razionalizzazione. Ma il suo scopo non è questo. L’obiettivo in realtà è molto più lungimirante: attraverso la digitalizzazione diventa infatti possibile creare maggiori opportunità di sviluppo aziendale e rendere lo studio dentistico ancora più interessante agli occhi dei pazienti. Da un lato incrementando la qualità dei trattamenti attraverso innovative tecnologie digitali, dall’altro migliorando la qualità stessa del servizio. Nella realtà dello studio dentistico, la trasformazione digitale aumenta l’efficienza dell’intero ciclo di trattamento e dei processi amministrativi correlati. Il tempo risparmiato può essere così investito per rafforzare il rapporto con il paziente sul piano umano. La digitalizzazione permette dunque al team dello studio di concentrarsi maggiormente sulle esigenze dei pazienti consolidando il legame instaurato con loro.

Intervento Gestione degli onorari

La digitalizzazione della gestione degli onorari nell’ambito di una soluzione di outsourcing in collaborazione con la Cassa per medici-dentisti SA esonera il team dello studio dalle incombenze amministrative in modo che il benessere del paziente possa avere la priorità assoluta.

Argomentazione n° 2: la trasformazione digitale si rivela efficace per lo studio dentistico solo se avviene in modo completo.

I big data hanno fatto il loro ingresso anche nel sistema sanitario. Quest’anno durante il congresso SSO di Berna si è introdotto più volte il concetto di «Studio dentistico 2.0». Tutti i relatori presenti hanno sottolineato che la digitalizzazione entrerà a far parte della realtà dello studio dentistico moderno sotto ogni aspetto. Nel settore della radiologia il fenomeno si è già ampiamente affermato e sta guadagnando terreno anche nella diagnostica, nell’implantologia e nell’ortodonzia. Si è parlato molto delle App con molteplici funzioni, per esempio a supporto dei trattamenti in caso di infortuni ai denti, oppure per tecniche di sutura o per applicazioni radiologiche. Basta dare un’occhiata ai media specializzati per rendersi conto di quanto la digitalizzazione abbia ormai preso piede in ogni ambito. Anche l’impiego di algoritmi per referti e interpretazioni diagnostiche è già una realtà diffusa. La digitalizzazione permette di collegare anamnesi, diagnosi e trattamento, comprese le prestazioni di terzi. La dimensione «Studio dentistico 2.0» si avvicina sempre di più.

Stupisce quindi che le transazioni finanziarie generate dai trattamenti odontoiatrici in molti studi dentistici non siano ancora state trasferite nel flusso di dati digitale. L’obiettivo è quindi completare questo processo.

Intervento Gestione degli onorari

La digitalizzazione della gestione degli onorari nell’ambito di una soluzione di outsourcing in collaborazione con la Cassa per medici-dentisti SA permette di integrare questo settore nell’amministrazione dei pazienti. Il team dello studio può così dedicarsi completamente a mansioni più stimolanti a servizio del paziente.

Argomentazione n° 3: il servizio si basa sulle relazioni tra persone. E queste non possono essere digitalizzate.

Le relazioni con i clienti si svolgono su un piano emotivo. Cordialità, cortesia, disponibilità, spontaneità e simpatia sono qualità fondamentali per costruire il rapporto con i pazienti. Come risaputo nel mondo del commercio «le persone acquistano da persone» e le prestazioni odontoiatriche non fanno eccezione. Non è la digitalizzazione fine a se stessa a rendere lo studio dentistico un’azienda vicina al cliente, quanto piuttosto l’esperienza positiva a livello emozionale che i pazienti percepiscono e che può concretizzarsi solo in un clima di disponibilità e fiducia. Wolfgang Jenewein, professore ordinario di economia aziendale all’Università di San Gallo parla di una «relazione sincera e costruttiva».

Jenewein crede fermamente che le aziende incapaci di fidelizzare i propri collaboratori e motivarli a perseguire un obiettivo comune faticheranno a sopravvivere. Il leader di oggi ha bisogno dell’intelligenza collettiva dello «sciame» e del suo stesso modo di pensare e organizzarsi. «Le persone», afferma, «sono eccezionali!» Ed è proprio qui che i limiti della digitalizzazione diventano evidenti. Il filosofo Konrad Paul Liessmann sostiene in proposito «... sul mercato del lavoro del futuro (...) le maggiori opportunità si apriranno ai giovani in possesso di conoscenze e competenze che non possono essere digitalizzate o che si accostano in modo critico e riflessivo alla digitalizzazione.» Per citare la teoria del pedagogo Heinz-Joachim Heydorn «l’uomo deve dotarsi di umanità». Nella realtà dei fatti è proprio attraverso la relazione umana che il paziente si avvicina sempre di più allo studio e rafforza la sua fiducia nell’azienda.

* Vedi anche «Una lettura interessante»

Intervento Gestione degli onorari

La digitalizzazione della gestione degli onorari nell’ambito di una soluzione di outsourcing in collaborazione con la Cassa per medici-dentisti SA comporta vantaggi diretti per i pazienti che potranno ricevere consulenza per tutte le questioni relative al finanziamento dei trattamenti odontoiatrici da parte di personale appositamente qualificato. Da persona a persona.